Musica

There is a light that never goes out – The Smiths – Traduzione “ragionata”

Buongiorno a tutti, perdonate l’assenza di questi giorni per cause indipendenti dalla mia volontà: tuttavia ho anche lavorato per voi.

Ho avuto modo di leggere due libri, entrambi molto significativi secondo me, e che vi consiglio: “Il margine sugli ossibuchi” di Davide Tessari e “Trainspotting” di Irvine Welsh.

C'è una luce che non si spegne mai...…C’è una luce che non si spegne mai…

Ebbene, in entrambi i libri (soprattutto il primo, in cui gli Smiths e Morrissey hanno un ruolo centrale) questa canzone, bellissima, è citata più volte, e come sempre vorrei cercare di rendere meno “fredda” e meccanica la traduzione del testo… Ci provo!

There is a light that never goes out – The Smiths – 1986

Portami fuori stasera,
dove c’è musica e c’è gente,
dove tutti sono giovani e vivi.
Guidando nella tua macchina
non voglio più tornare a casa, mai più,
perchè non ho una casa,
non più.

Portami fuori stasera,
perchè ho voglia di vedere gente
e voglia di vedere vita.
Guidando nella tua macchina
-Per favore, non portarmi a casa!-
Perchè non è casa mia, è la loro,
e non sono più il benvenuto.

E se un autobus a due piani
si schiantasse su di noi,
morire al tuo fianco
è un modo così bello di morire!
E se un camion di 10 tonnellate
ci uccidesse entrambi
morire al tuo fianco
Sì! Il piacere, il privilegio è mio!

Portami fuori stasera,
oh, portami dove ti pare,
non m’importa, non m’importa, non m’importa.
E nel sottopassaggio ormai annerito
ho pensato: “Oh, Dio, alla fine è arrivata la mia occasione!”
Ma poi mi ha preso una strana paura
e non potevo più chiedere niente.

Portami fuori stasera,
oh, portami dove ti pare,
non m’importa, non m’importa, non m’importa.
Guidando nella tua macchina
non voglio più tornare a casa, mai più,
perchè non ho una casa,
non più.

E se un autobus a due piani
si schiantasse su di noi,
morire al tuo fianco
è un modo così bello di morire!
E se un camion di 10 tonnellate
ci uccidesse entrambi
morire al tuo fianco
Sì! Il piacere, il privilegio è mio!

C’è una luce che non si spegne mai
C’è una luce che non si spegne mai
C’è una luce che non si spegne mai
C’è una luce che non si spegne mai

Tags

andrea

Volevo solo essere Reggie Miller.

Related Articles

One Comment

  1. “Well the pleasure, the privilege is mine”–>?
    ritorno in grande stile Andre, mi aspettavo proprio un post su questa canzoncina…e forse anche uno denigratorio sul deludente film Dorian Gray!:) Inserirei la sezione “cinefila”, per commentare i nostri moviesssssssssss!
    Waiting 4 a new cinema night, hugs&kisses

    Giada?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close