Vita Reale

Quadrato semiotico movida perugina

Mappa della movida perugina

Il gioco partito da Milano si sta diffondendo nelle maggiori città italiane consegnando agli utenti di internet le mappe del divertimento. Il quadrato semiotico sul tovagliolo milanese ha dato infatti il via alla classificazione dei locali sulla base dei frequentatori tipici, disegnata a Roma su un’agenda Moleskine e a Bologna su un foglio A4. E dopo Palermo, poteva anche Perugia, seppur piccola, privarsi della sua mappa? Certo che no.

NB: Questa foto, scattata nella noia di un lunedì sera di pioggia, è finita su Repubblica.it

NB2: Articolo di Umbria24 su questa mappa (oltre 2000 condivisioni su FB)

NB3: Articolo de l’Impiccione su questa mappa

NB3: Articolo di Perugia Today su questa mappa

Screen da Repubblica.it:

Repubblica.it mappa movida perugia

andrea

Volevo solo essere Reggie Miller.

Related Articles

5 commenti

  1. Non sapevo dove metterlo; sicuramente doveva stare su uno dei quadranti in alto, perchè è “elitario”, e tra destra e sinistra quest’ultima mi pareva più appropriato. Ecco che per forza di cosa è andato a finire su radical-chic.
    Il quadrante gay non c’era D:

  2. Indie fake e zecche sono due cose totalmente diverse. E il Be Queer c’entra pochissimo con entrambe, secondo me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close