Musica

L’amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici testo – Le luci della centrale elettrica – Per ora noi la chiameremo felicità (2010)

In anteprima, il testo di “L’amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici”, quinta traccia del nuovo disco delle “Luci della centrale elettrica“, in uscita il 9 Novembre.

Il testo è stato trascritto da me, se ci sono errori fatelo presente nei commenti!

Per ora noi la chiameremo felicità cover

Era per questioni condominiali e sentimentali
per disegnarti sulla schiena delle strisce pedonali
per distruggere una fabbrica perchè troppo malinconica

Era per i tuoi occhi all’ufficio degli oggetti smarriti
fare l’amore nei container, tra i file di ricordi
e non poterti raggiungere perchè ci sono le targhe dispari

e i nostri venerdì neri, i tuoi miracoli economici
e i lunedì difettosi
e accompagnami a raccogliere i petardi che non sono esplosi
il nostro scambio d’organi ha imbrattato le pareti, dobbiamo ridipingerle

e andremo a prendere freddo da qualche parte
e andremo a prendere freddo da qualche parte

Era per questioni condominiali e sentimentali
per gli scontri tra gli interregionali e i treni merci
per i diluvi universali dei tuoi pianti
era per l’alta marea nei nostri sguardi
per i cieli dipinti con i pennarelli scarichi
e altri cieli coperti dai copertoni bruciati e dai tuoi sbattimenti

dai nostri martedì magri
dai tuoi voli aerei economici
da altri lunedì difettosi
e accompagnami a raccogliere i petardi che non sono esplosi
il nostro scambio d’organi ha imbrattato le pareti, dobbiamo ridipingerle

è l’amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici
è l’amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici

Tags

andrea

Volevo solo essere Reggie Miller.

Related Articles

7 Comments

  1. Ho corretto, grazie 🙂

    P.S. era una domanda “che italiano è targhe dispare”? No, perchè forse ti è sfuggito il segno di interpunzione adatto!

  2. sono quelle che mi piacciono, sì, e che credo siano importanti per la canzone 🙂
    grazie del commento e buona notte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close