Post Taggati: voluntas spoleto

11\Metagrifo:ermeneutica di serie D\ Fedeli alla linea

19 aprile 2011

State leggendo: “Metagrifo: ermeneutica di serie D”, una rubrica che, come dice il nome stesso, consta di osservazioni disincantate circa la  vita sportiva dell’A.S.D. Perugia, con occhio ludico e pseudo-filosofico. Scritto da un ventenne che del Perugia si ricorda lo spareggio con il Torino perchè lo mandarono su Tele+, che non ha mai giocato a calcio, ma è di natura curiosa e impicciona e si è ritrovato con un abbonamento per le partite casalinghe del Grifo 2010/11 – anche se in serie D. Sì lo so, sembra impossibile…

Campello e Spoleto biancorosse

Seconda trasferta per Metagrifo, in terra spoletina, in una domenica non troppo calda e per una gara non troppo importante ai fini del campionato, ma sicuramente di grande valore morale. Gli spoletini, neopromossi in serie D, all’andata riuscirono infatti ad impattare al Curi, andando a festeggiare la rete dell’1-1 proprio sotto la Nord, sgarbo che i tifosi del Perugia non hanno dimenticato, e per il quale attendono ancora la giusta vendetta. Lo stadio sembra migliore di quello di Todi; la tribuna, dedicata ai tifosi ospiti, piuttosto accogliente. I (pochi) sostenitori della Voluntas alloggiano invece dalla parte opposta, sul prato. Sicuramente da segnalare un individuo con una sciarpa rossoverde, della squadra dell’altro capoluogo di provincia dell’Umbria oltre a Perugia.

E’ doveroso, prima di abbozzare una cronaca del match (che sarà più scadente del solito), spendere qualche riga per celebrare la vittoria della Coppa Italia da parte dei grifoni. Una coppa ottenuta in un luogo inospitale e difficilmente raggiungibile, Lanciano, contro un avversario tutt’altro che accondiscendente, dopo un periodo non brillantissimo per i nostri giocatori. Una coppa che non sfigurerà affatto vicino all‘Intertoto e che rappresenta una vera e propria ciliegina sulla torta di una stagione (quasi) perfetta. Grazie ragazzi.

(altro…)