Post Taggati: vespa

Happiness is real only if it’s real

15 novembre 2011

Quest’estate ho percorso quasi 2000 km con una Vespa del 1980, motore due tempi, quattro rapporti. In una settimana.
Vespa 125 Primavera 1980, questo è il nome tecnico; percorrendo solo strade statali, mai autostrade o extraurbane principali.
L’ultimo giorno ho percorso 700 km, per tornare a casa, dalla Svizzera a Perugia.
E, a parte che mi sono quasi perso a Bologna, ce l’ho fatta.
Però non mi sono quasi mai fermato, era la giornata più calda dell’estate e avevo fretta di tornare a casa.
Sono partito alle 7.30 e sono arrivato alle 20.
Il giorno dopo, il 28 Agosto, sono stato davvero male fisicamente: <lista di sintomi più o meno gravi>.
Ho sfidato il mio fisico e ottenuto un pareggio: ho sì portato a termine l’impresa, ma con strascichi poco gradevoli e non augurabili a nessuno.
Per cui ho pensato “non è più il caso di fare queste cose in futuro“.

Vespa 125 Primavera 1980

Lago di Como

Poi oggi ho ripreso la Vespa per fare un giretto.
E penso che ripartirei anche domani.
Anche per un giro più lungo.
Anche se è un freddo boia. Magari stavolta non mi ammalo.
Ho tanto caldo anche se è inverno

Contrappunti

25 aprile 2010

Mi scuso per il periodo non collegato, piuttosto consistente, ma d’altronde “questa non è una testata giornalistica” e insomma, lo aggiorno quando più mi aggrada. Ma grazie mille per le tante visite e i commenti (gli accordi di Nanà, ve li posto in settimana).

Desidero solo condividere con voi tre immagini che rappresentano tre momenti particolari di questa timida primavera 2010. Il modo migliore per rompere il ghiaccio e riprendere un po’ i fili del blog.

Sergio Caputo

Io e Sergio Caputo 15/04/2010

Raid del Giglio

Raid del Giglio 17-18/04/2010

Pizzatwit di Assisi

Pizzatwit di Assisi 24/04/2010

A presto, ragazzi!

Un Sabato tra Città di Castello, Patagonia, Anghiari, Sansepolcro e Vespa.

3 marzo 2010

Buon pomeriggio miei cari 25 lettori… Anzi, a dire il vero ora sarete anche meno, vista la frequenza con cui mi trovo ad aggiornare questo spazio… Sono tornato per raccontarvi di una giornata passata in compagnia di vespisti doc, sabato scorso. Sono stato a lungo indeciso se scrivere o meno un post, anche perchè il tono è troppo distante dal grigiore nel quale sono precipitato ultimamente, ma (non) spero che raccontando di cose belle si riesca a recuperare un po’ della spensieratezza perduta.

Vi ho già parlato del libro di Lorenzo Franchini, ‘Hasta la Fin del Mundo…in Vespa!’, di quanto mi abbia colpito, della mia intenzione di conoscere l’autore e magari in futuro affrontare anch’io qualche viaggio in vespa… Ebbene, ho avuto il piacere di presenziare a ben due presentazioni del volume: la prima, effettuata nella mattinata, presso l’Istituto per Geometri ‘Salviani’ di Città di Castello (per la verità è stata una conferenza sul tema della letteratura di viaggio, voluta dal Prof. Roberto Contu, anch’egli noto vespista), la seconda, più tradizionale, presso la Libreria “Nel Frattempo” di Sansepolcro. Tra questi due momenti culturali “teorici”, anche una piacevolissima visita ad Anghiari, guidati dall’ottimo Andrea Gnaldi Coleschi, sul cui conto vi parlerò più avanti (non è una minaccia…)

Istituto per Geometri Salviani, Città di Castello, Perugia

Lorenzo, il sottoscritto e Roberto davanti alla scuola

Ma andiamo con ordine: arrivo a Città di Castello alle ore 10.50, peripezie per trovare il ‘Salviani’, peripezie per trovare l’Aula Magna, ma poi Roberto risolve tutto e due minuti più tardi sto stringendo la mano al grande Lorenzo Franchini accompagnato dalla moglie, anche lei vespista (e si spiegano molte cose). Mi godo l’eloquio promettendomi di leggere “In viaggio con Charley“. Sempre in mattinata conosco tale ‘AndyG‘ del forum, a prima vista una delle persone più gentili che io abbia mai conosciuto: vengo a sapere che anche egli ha scritto un libro raccontando il suo viaggio da Torino a Pechino a bordo di una Fiat Marea e così instantaneamente decido il prossimo libro da leggere.

(altro…)

Hasta la Fin del Mundo… in Vespa!

25 novembre 2009

Ho appena finito di leggere un libro che già sento segnerà la mia vita: si tratta di “Hasta la Fin del Mundo … in Vespa” di Lorenzo Franchini.

E’ la storia di un gruppo di pazzi (come loro stessi si definiscono) che, nel Dicembre 2005, decidono di partire per l’Argentina con le loro Vespa, e di raggiungere Ushuaia (la fine del mondo!), attraversando la famigerata “Ruta 40″, l’antica via, sterrata ed estrema, sulle piccole ruote 10” delle loro vecchie motorette…

Hasta la Fin del Mundo... in Vespa!

La narrazione è coinvolgente, a tratti commovente, sempre sincera. Si avverte dietro le parole del’autore il grande desiderio di raccontare al mondo un’impresa che, forse sottovalutata all’inizio, è destinata a rimanere nella storia dei Raid vespistici.

(altro…)