Post Taggati: ne approfitto per fare un po’ di musica

Ne approfitto per fare un po’ di musica… Live – Sergio Caputo (1987, CGD-Warner)

12 febbraio 2011

A volte mi chiedo perchè mia madre non mi abbia partorito un po’ prima. Se fossi nato, che so, 35 anni prima, sarei andato a curiosare a Pompei durante le registrazioni del live dei Pink Floyd del 1972. Ma se fossi venuto alla luce anche solo 25 o 23 anni prima, io sarei andato a vedere almeno una tappa del tour di Sergio Caputo, tenutosi tra il 1986 e il 1987, nelle città di Firenze, Bari, Napoli, Roma, Bologna, Genova, Torino, Aosta, Milano e Fiorenzuola. Per mia fortuna da questo tour è scaturito un CD, il primo e finora unico live (se si esclude “La notte è un pazzo con le mèches, 2009”, che è un bootleg d’autore), dal titolo (secondo me già stupendo e intrinsecamente caputiano) “Ne approfitto per fare un po’ di musica“, che altro non è se non una citazione di “Spicchio di Luna”, contenuta nell’album. Ad onor del vero, nel CD è presente anche un inedito registrato in studio, la celeberrima “Il Garibaldi Innamorato” (sulla gestazione del quale andrebbe scritto un articolo a parte).

Ne approfitto per fare un po' di musica

La copertina del disco

Il risultato è una cavalcata tra notti borghesi e bohèmien, situazioni ai confini della realtà, pennellate con la consueta ironia e disincanto agrodolce, il tutto impreziosito dall’atmosfera magica di un cantato live (con le sue inconfondibili irregolarità) e supportato da una band perfetta, composta da alcuni tra i migliori musicisti della scena italiana, che avrò sicuramente modo di citare in seguito.

(altro…)